Conoscere l'enocultura

Chi sono i vignaioli indipendenti?

Prima di parlare direttamente di chi sono i vignaioli indipendenti, facciamo un piccolo passo indietro…

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) con un suo Statuto ufficiale nasce 17 luglio 2008 e oggi vanta più di 1300 vignaioli iscritti singolarmente o attraverso le associazioni regionali. Idealmente difende gli interessi di tutti i vignaioli che in Italia svolgono le stesse funzioni.

La FIVI nasce perchè è chiaro che l’industria e il commercio hanno interesse a sganciarsi dalle origini, dal territorio, per poter comperare le materie prime in un posto o nell’altro, secondo la convenienza del momento. Ma il vino in Europa non è una materia prima: è invece un prodotto agricolo, legato al territorio d’origine e quindi va difeso, amato e omaggiato.

E ora andiamo a scoprire più da vicino chi sono i Vignaioli indipendenti.

Il Vignaiolo è una delle figure centrali del vino contemporaneo.

La sua esistenza è essenziale per assicurare al consumatore un vino che abbia un forte attaccamento al territorio. Il Vignaiolo coltiva la propria uva e quindi l’origine del suo vino è certificata dalle fatiche compiute in vigna e in cantina dal vigneron. L’origine non è un fattore secondario soprattutto se si vuole bere un vino che sia realmente vino e non semplice bevanda.

I Vignaioli Indipendenti desiderano creare un forte legame con i consumatori, affinché si possa avviare un forte dialogo con gli stessi. La loro è una figura centrale e un’alleanza tra i vignaioli e i consumatori – co-produttori – è un obiettivo strategico dei Vignaioli Indipendenti.

Perché non è vero che tutti i vini commercializzati in Italia e nel Mondo sono legati a un territorio e non tutti i vini che si possono bere hanno un marchio forte di tipicità e di cultura. Noi vogliamo difendere la figura del vignaiolo perché siamo convinti che essa sia essenziale per il futuro delle nostre terre e per quello dell’agricoltura italiana.

L’obiettivo dei Vignaioli Indipendenti è che il vigneron resti sul territorio:

• per fare il vino
• per conservare i terroir
• per difendere il paesaggio
• per la grande gioia del consumatore

Perchè scegliere i vini dei Vigneron indipendenti?

Il lavoro nel vigneto dura tutto l’anno, il Vignaiolo lo cura tutto l’anno per arrivare a raccogliere l’uva sana e ricca nel momento giusto senza alterare chimicamente il ritmo delle stagioni.

Il vignaiolo vinifica le proprie uve, imbottiglia nelle proprie cantine, vende il proprio vino, cura e segue il lungo processo di trasformazione dell’uva in vino, dal momento della vendemmia a quello della messa in vendita.

Dopo la vinificazione il vino è lasciato riposare ed evolvere nelle cantine. Ogni uva e ogni vino ha una vita diversa, un modo diverso di essere lavorato.

La vendemmia è una festa per tutte le persone che vi partecipano, ma raccogliere l’uva è un’arte che si tramanda di generazione in generazione.

Il vino di questi Vigneron è, oltre il frutto di un concetto, frutto di fatiche, amore e passione che rispetta natura e territorio, questi aspetti sono la garanzia dell’assoluta qualità dei vini prodotti da questi vignaioli.

Alcune delle cantine “Indipendenti”

Vigneti Vumbacà
Ribusieri
Monsupello
Marco Cecchini
les crétes
Kuenhof
Casa Comerci
Antico Castello

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *