Il gin è una bevanda alcolica, solitamente incolore, ottenuta per distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali o patate in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante, bacche e radici: i botanicals (in italiano “botaniche”), è un distillato di grano e segale, in cui sono messe a macerare erbe e spezie in mix e quantità variabili, dette botanicals. Fra le più usate ci sono le bacche di ginepro, dalle quali il Gin prende il nome, che caratterizzano in modo particolare questo spirit. La sua ricetta originale è di origine olandese, ma è nel Regno Unito che il distillato ha conosciuto l’evoluzione più significativa, nelle componenti aromatiche e nei metodi di produzione. Il tipico London Dry Gin, ad esempio, prevede una seconda distillazione in seguito all’infusione delle botaniche: questo lo rende particolarmente secco e asciutto. In questi anni sono nate però moltissime altre ricette che arrivano da tutta Europa e dal mondo. Il Gin è perfetto anche liscio, come aperitivo, ma è certamente nella mixology che si esprime al meglio come base per moltissimi cocktail fra cui Negroni e Gin & Tonic.